Case in legno: quanto costano in Italia?

Abitare in armonia con la natura, una realtà che sta crescendo a vista d’occhio. Tutti noi vorremmo una casa accogliente e calda, ma cosa c’è di piu’ bello e naturale di vivere in una suggestiva costruzione in legno? Viaggiando nel nord Europa possiamo vedere vecchi paesini con vecchie costruzioni di abete, vasi di gerani rossi alle finestre, dove il tempo sembra essersi fermato. Ci piace ammirare le costruzioni in legno come le baite, le costruzioni di abete conservate nel tempo, ci soffermiamo a sognare e a fantasticare in quella calda atmosfera che l’ambiente circostante crea. Eppure, oggi, costruire le case con il legno sta prendendo sempre più piede.

La bioedilizia sta sviluppando, sempre di più, maggiori tecniche per la costruzione di case ecosostenibili, un connubio gentile tra tecnologia e rispetto per l’ambiente.

Entriamo, allora, nel mondo delle case prefabbricate.

Generalmente si è portati a credere che siano più facili da costruire, si pensa che sia sufficiente avere un bel terreno, anche non edificabile, una buona ditta specializzata nel settore…e il gioco è fatto! Non è così.

Le abitazioni di legno sono destinate a durare nel tempo e per essere costruite hanno bisogno di tutti i permessi di edificabilità delle case classiche fatte di mattoni e cemento. La prima cosa da fare è rivolgersi ad un architetto o ad un ingegnere per l’elaborazione di un progetto da presentare in comune per il rilascio delle autorizzazioni edilizie. Il terreno deve essere, quasi sempre, edificabile, e bisogna attenersi al rispetto dei vincoli paesaggistici. La concessione di costruzione su un terreno agricolo può essere rilasciata, ma solo se vincolata alla costruzione di edifici a scopo rurale (magazzini, stalle per animali, fienili).

Il preventivo di spesa, dal progetto alle chiavi in mano, è in linea di massima più basso di almeno un buon 15- 20% rispetto alle abitazioni tradizionali. Questo tipo di costruzione ha meno bisogno di ristrutturazioni rispetto a quelle di mattone. Altra cosa da non sottovalutare è sicuramente il risparmio energetico, dato che il legno e’ un ottimo materiale isolante, sia termico che acustico.

In Italia, fino a qualche anno fa, attorno al mondo delle case di legno, esistevano molti dubbi e pregiudizi, il più delle volte perché si era portati a pensare che fossero poco stabili e che non durassero nel tempo. Oggi le cose stanno cambiando.

Si è calcolato, da studi del settore, che il nostro Paese, sta avendo un indice di costruzione superiore rispetto ad altri nazioni europee.

Le case prefabbricate di legno, stanno venendo incontro alle emergenti urgenze ambientali del nostro Paese e stanno cambiando, sempre più, il concetto di abitazione, di rispetto verso l’ambiente e la natura. Inoltre il legno possiede la leggerezza e le caratteristiche per resistere alle forze sismiche e catastrofiche grazie alla sua flessibilità.

Una casa di legno ci permette di vivere, in modo più naturale e salutare, a contatto con la natura.